Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Avis Comunale’ Category

 

 

Domenica 11 Giugno 2017

TUTTI POSSONO PARTECIPARE!!

 

Programma di Viaggio

 
ORE 6.OO –  RITROVO DEI PARTECIPANTI NEL PIAZZALE CONAD,
                          SISTEMAZIONE E PARTENZA IN PULLMAN GT
ORE 9.00  –  ARRIVO AD ISEO ED INCONTRO CON LA GUIDA PER VISITA ALLA
                        CITTADINA DI ISEO E GIRO COMPLETO DEL LAGO
ORE 12.30-   PRANZO PRESSO L’AGRITURISMO AL ROCOL,VISITA ALLA CANTINA
                        ANNESSA CON SPIEGAZIONE DEI METODI
                        DI PRODUZIONE DEL VINO.
ORE 15.00 – POMERIGGIO LIBERO CON VISITA ALLA CITTADINA .
ORE 17.30 – PARTENZA PER RIENTRO A CASALGRANDE
.
QUOTA : DONATORI E RAGAZZI FINO A 12 ANNI   EUR 20,00
             FAMIGLIARI E NON DONATORI              EUR  65.00
.
LA QUOTA COMPRENDE
VIAGGIO IN PULLMAN GT
VISITA GUIDATA
PRANZO IN AGRITURISMO
ASSICURAZIONE
.
LA QUOTA NON COMPRENDE:
BEVANDE IN GENERE
TUTTO CIO’CHE NON E’ MENZIONATO NELLA QUOTA COMPRENDE,
 .
PER INFO 3317546088
.
AVIS CASALGRANDE VI AUGURA
BUON VIAGGIO

 

Read Full Post »

statistiche

Read Full Post »

cropped-download.jpg

               Domenica       19 – Febbraio – 2017  

       “    “            26 – Febbraio

      “     “       19 – Marzo

      “   “           30 – Aprile

       “   “             21 – Maggio

  Sabato            27 – Maggio

Domenica       20 –  Agosto

    “   “               27 –  Agosto

          “    “               19  –  Novembre

            “   “                26  –  Novembre

Read Full Post »

TERREMOTO CENTRO ITALIA, EMERGENZA SANGUE RIENTRATA E AVVIO RACCOLTA FONDI

AVIS: RIENTRATA L’EMERGENZA SANGUE NELLE ZONE TERREMOTATE.

Istituita una raccolta fondi per le Avis colpite

 

«L’emergenza sangue nelle zone maggiormente colpite dal sisma di ieri è rientrata». Lo comunicano i Presidenti Regionali delle Avis Lazio, Fulvio Vicerè, e Marche, Massimo Lauri. «Ringraziamo i tantissimi donatori che hanno risposto ai nostri appelli e si sono recati nei centri di raccolta per offrire il loro contributo che ha permesso di mantenere la situazione sotto controllo. Adesso – aggiungono anche i Presidenti Avis delle altre due regioni interessate dal sisma Giovanni Magara dell’Umbria e Giulio Di Sante dell’Abruzzo – è opportuno mettersi in contatto con le proprie sedi per garantire la continuità del servizio anche nei prossimi giorni ed evitare che si verifichino dei cali delle scorte».
Alla generosità dei cittadini si aggiunge la grande efficienza della macchina operativa messa in moto dal Centro Nazionale Sangue con la collaborazione delle associazioni e delle federazioni di donatori di sangue. «Il sistema sangue italiano sta dando prova di grande professionalità e tempestività – sottolinea il presidente nazionale di AVIS, Vincenzo Saturni – grazie al piano nazionale delle maxi emergenze, che prevede un coordinamento tra le regioni e agisce con scorte strategiche.
Anche in caso di calamità occorre donare in modo programmato, secondo le necessità reali. A tale proposito, ribadiamo l’esigenza di agire tutti in modo coordinato, sulla base della programmazione stabilita dalle unità di raccolta presenti su tutto il territorio nazionale.
Tragici eventi come quello di ieri – continua Saturni – hanno dimostrato che il fabbisogno di sangue non cala mai ed è importante donare con costanza al fine di garantire sempre e ovunque la disponibilità di questo prezioso elemento salvavita. Per questo motivo, a tutti gli italiani che ci stanno contattando in queste ore lanciamo l’invito a diventare donatori di sangue periodici. Il dono è un gesto di grande impegno civico e sociale che va compiuto con regolarità.
AVIS non significa solo donazione di sangue – conclude il Presidente nazionale – ma vuol dire anche assistenza e soccorso. Dopo l’esperienza del terremoto in Abruzzo nel 2009, quando la nostra Associazione gestì un punto medico avanzato all’interno del campo Globo de L’Aquila, anche in questa occasione siamo pronti a intervenire con le nostre unità di protezione civile per offrire sostegno, vicinanza e supporto alle popolazioni colpite da questa terribile calamità.

Inoltre, abbiamo deciso di istituire una raccolta fondi da destinare alle nostre sedi colpite dal sisma, come accaduto nel 2012 per il terremoto in Emilia Romagna e Lombardia.

È possibile offrire il proprio contributo tramite bonifico bancario sul conto corrente di Banca Prossima – filiale di Milano intestato ad

Associazione Volontari Italiani del Sangue – AVIS NAZIONALE, IBAN: IT21V0335901600100000065611, BIC: BCITITMX (Causale: nome sede + Terremoto Centro Italia).

Grazie a tutti da AVIS.
Segnalate la Newsletter Avis.it ad un amico. Per iscriversi: www.avis.it/newsletter.
Per cancellarsi: http://www.avis.it/newsletter&a=unsubscr&u=b4337d69a5afc0c2ff74d7c95065edf3Avis Sede Nazionale – Viale E. Forlanini, 23 – 20134 Milano Tel. 02 70.00.67.86 – 02 70.00.67.95 – Fax 02 70.00.66.43
Sito internet: www.avis.it – Email: avis.nazionale@avis.it

(altro…)

Read Full Post »

GITA A CRESPI D’ADDA                       

   fabbrica capa castello

http://www.villaggiocrespi.it/

TUTTI POSSONO PARTECIPARE!

12 GIUGNO 2016

PROGRAMMA DI MASSIMA

Ore 05.45 Ritrovo dei sigg. Partecipanti e sistemazione in pullman.

Ore 06.00 partenza per PARMA/PIACENZA

Ore 09.00 arrivo a CRESPI D’ADDA e incontro con la guida per la visita della cittadina.

Il villaggio industriale di Crespi d’Adda   costituisce una delle più importanti ed esemplari testimonianze al mondo del fenomeno dei villaggi operai, e si è conservato integro fino ai giorni nostri. Crespi è un autentico modello di città ideale del lavoro: è un interessantissimo, e quasi perfetto, microcosmo autosufficiente dove la vita dei dipendenti, insieme a quella delle loro famiglie, ruotava – in un piano ideale di ordine e di armonia – attorno alla fabbrica.

L’Unesco nel 1995 ha proclamato il Villaggio di Crespi ” Bene storico appartenente all’umanità intera “. Oggi il Villaggio di Crespi ospita una comunità in gran parte discendente degli operai che vi hanno vissuto o lavorato; e la fabbrica stessa è rimasta in funzione fino al 2003, senza mai modificare il suo settore di produzione: il tessile cotoniero (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »